Settimana del Pianeta Terra

Torna la Settimana del Pianeta Terra, l’ ottava edizione del festival nazionale delle Geoscienze che sostiene un turismo di prossimità 
sostenibile. Dal 4 all’11 ottobre 2020 ci saranno una cinquantina di geoeventi con cui si vogliono promuovere i geositi nella maggior parte delle regioni italiane: escursioni, convegni, laboratori e visite guidate per osservare la storia della nostra Terra. In questo modo si vuole favorire una coscienza della responsabilità che dobbiamo avere come attuali abitanti di essa e in relazione agli abitanti che verranno. Si visiteranno grotte, ghiacciai, vulcani, miniere, siti preistorici , musei e osservatori astronomici per capire come le popolazioni abbiano influito sull’attuale aspetto del nostro Pianeta. Gli appuntamenti sono stati ideati per coinvolgere un pubblico trasversale in un’ ottica interdisciplinare. 
Fra i tanti luoghi proposti ci sono ad esempio I “Balmetti” di Borgofranco d’Ivrea in Piemonte, delle particolari cantine, in cui sono evidenti gli accumuli di frane di crollo provocate dal modellamento glaciale; il Pian Grande di Castelluccio di Norcia , una pianura carsica intramontana molto suggestiva nel periodo di fioritura dei campi di legumi; le Grotte di Toirano che permettono di rivivere le sensazioni dei primi uomini di 10 mila anni fa, emozioni che si 
vivono ricercando i cetacei in Umbria, cuore verde
dell’Italia.Divenire consapevoli di questi grandi risorse è fondamentale per agire in maniere sostenibile, rispettando i delicati equilibri dell’ambiente e tutelandoli. La Settimana del Pianeta Terra è nata nel 2012 da un’idea di Rodolfo Coccioni, paleontologo e Silvio 
Seno, geologo, entrambi impegnati sul fronte della divulgazione scientifica. Il motto di questo festival è “una società più informata è una società più coinvolta” e ha l’obiettivo di diffondere il rispetto per l’ambiente, la cura per il territorio e la consapevolezza dei rischi a cui siamo esposti. I geoeventi sono organizzati da università, scuole, enti di ricerca, enti locali, 
associazioni culturali e scientifiche, parchi e 
musei. Questa grande festa, che aderisce alla campagna # plastic free,viene attuata con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare, dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ISPRA; del Consiglio Nazionale dei Geologi e dell’iniziativa La Bellezza in Costituzione. L’edizione del 2020 è un invito a fruire del turismo di prossimità, a visitare mete a corto raggio per scoprire le 
bellezze dell’Italia che si nascondono ovunque. Per aderire alle iniziative occorre consultare il sito: 

www.settimanaterra.org  Buone scoperte a tutti! 

     
Giuseppina Serafino

Commenti

Post popolari in questo blog

Tas’t-Livigno native food

"Lanzarotturus day”

La Festa del Torrone di Cremona

Translate :