Siviglia, la sua identità nella cultura


Visitare Siviglia, viverci o semplicemente rendersi conto dalla sua essenza. Siviglia va vissuta in qualsiasi epoca dell’anno e della giornata. È una continua riscoperta spesso per gli stessi sivigliani, grazie ai quasi 4km quadrati di centro storico e con più 25 luoghi d’interesse da vedere, oltre a innumerevoli piccole cappelle, conventi e basiliche sparse un po’ ovunque in città.
Vi consiglio di visitare SivigliaMo.com dove potrete trovare tour a Siviglia in italiano madrelingua con guida ufficiale, per cogliere al meglio l’anima di Siviglia, oltre a consigli utili sui monumenti di Siviglia, trucchi e suggerimenti su come sfruttare al meglio la città.

Fra poco saranno disponibili anche lezioni di flamenco per principianti e la masterclass di sartoria flamenca! Impara come si balla flamenco e come si cuce un vestito da flamenco! Ci addentraremo nei monumenti di Siviglia ma anche nel suo artigianato e nelle sue tradizioni.

Infatti Siviglia non solo accoglie i tre monumenti patrimonio dell’Umanità che sono il Real Alcazar (il palazzo reale di Siviglia, con ben 6 ettari di giardini), la Cattedrale di Santa María della Sede (la Cattedrale gotica più grande del Mondo) e l’Archivio delle Indie, bensì offre una offerta culturale e gastronomica che fa venir voglia di tornarci più volte, grazie al suo clima mite (tranne d’estate che fa caldo) e ai suoi quasi 5.000 bar o ristoranti su una popolazione di più di 700mila abitanti.  

Quasi sempre la città è il riflesso di coloro che la vivono, ed in questo caso Siviglia offre colori, allegria, il barocco elevato all’ennesima potenza, l’euforia di una città che non riposa mai, mantenendo le sue tradizioni ma senza mai dimenticare che fu per moltissimi anni il Porto delle Indie, un Melting Pot del 1500 (a Siviglia giunsero commercianti genovesi, fiorentini, francesi, tedeschi etc), non a caso sorprende l’ospitalità dei suoi cittadini.

Siviglia impressiona per la sua monumentalità, esempio chiarificatore è la Plaza de España, un monumento edificato per l’Expo Universale del 1929 con le sue innumerevoli ceramiche e piastrelle dipinte a mano, gli “Azulejos sivigliani” che non hanno nulla da invidiare agli “azulejos” dei vicini portoghesi.

Si è voluto innovare però senza invalidare l’eredità artistica precendete, per questo motivo  per l’Expo del 1929 venne creato lo stile Regionalista, che ingloba l’essenza dei principali stili artistici che si sono avvicendati nel corso dei secoli in Andalusia.

Inoltre, qualora non ne abbiate abbastanza, la provincia offre dei veri gioiellini come i paesini di Carmona, Santiponce (dove si possono visitare i resti di un’antica urbe romana, Italica) ed Osuna, tra gli altri. Altrimenti se avete più giorni a disposizione, è tappa d’obbligo Cordova a solo 1ora di treno (alta velocità) o a 1 ora e 30 minuti in macchina da Siviglia o visitare Granada e la sua Alhambra a 2ore e 30min in auto.

In definitiva va vissuta e rivista. Una delle mille maniere per lasciarsi innamorare da Siviglia è perdersi tra i suoi vicoletti intricati del quartiere ebraico di Santa Cruz o attraversare di mattina presto i quartieri di San Lorenzo, El Arenal o San Julián o ammirare il lungofiume del Guadalquivir (il fiume di Siviglia). Un’esperienza da vivere tutto l’anno

                             Su SivigliaMo.com            

SivigliaMo nasce dall’idea di offrire visite guidate ed esperienze culturali a Siviglia rivolte solo a un pubblico italiano (o italiano-parlante): riscoprire e addentrarsi con profondità nella cultura andalusa, i suoi monumenti più rappresentativi, la sua gastronomia e le sue feste, guidate da una guida turistica ufficiale ed interprete del patrimonio, oltre ad offrire informazioni utili su Siviglia e sull’Andalusia indispensabili per tutti coloro che desiderano intraprendere un viaggio in Andalusia e sfruttarlo al massimo! Offriamo tour guidati giornalieri della Cattedrale, dell’Alcazar, del quartiere di Santa Cruz (il tutto si svolge all’interno dei monumenti) e dei paesini in provincia di Siviglia e a presto saranno disponibili anche altre attività culturali, come la lezione di flamenco per principianti e la masterclass di sartoria flamenca.


Commenti

  1. Ringraziamo Carlo, titolare di SivigliAMO, guida ed interprete del Patrimonio di Siviglia, per il post e le foto che ha voluto gentilmente condividere.

    RispondiElimina
  2. Interessante articolo, ottime idee e spunti interessanti per scoprire questa meravigliosa città

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tas’t-Livigno native food

Buona la Puglia

ICE Music Concerti in Paradiso