Cortina, Regina delle Dolomiti e dello Sport


I Mondiali di sci alpino a Cortina sono ormai iniziati e tutto è stato avviato per accoglierli al meglio presso la Regina delle Dolomiti. Tra le novità vi è un progetto speciale, frutto della collaborazione di Fondazione Cortina 2021 con la Regione Veneto, inaugurato all’Hotel de la Poste, alla presenza del Presidente di Luca Zaia, ovvero Casa Veneto. Si tratta di un hub di comunicazione territoriale al quale partecipano, oltre alla Regione Veneto, capofila del 


progetto assieme a Cortina 2021, Enit-Ante nazionale del Turismo, DMO Dolomiti, Dolomiti Superski, Consorzio Impianti a Fune e Cortina Marketing. A Casa Veneto, spazio promozionale con le dirette sportive, verranno realizzate sei puntate di “Forchette Stellari” in cui sei chef presenteranno ricette con i prodotti Dop e Igp del Veneto in concomitanza con interviste ai rappresentanti dei produttori del territorio montano. Anche nei canali social di Visit Veneto vi saranno risorse che affiancheranno la comunicazione ufficiale.L’ Hotel de la Poste


è un raffinato albergo con vista sulle Dolomiti in cui per secoli si sono incontrati grandi personaggi della storia, scrittori e reali da tutto il mondo. Fra i suoi più assidui frequentatori vengono annoverati Hemingway, Liz Taylor, i reali di Svezia e tanti artisti che hanno lasciato innumerevoli opere d’arte al Museo Rimoldi di Cortina. La struttura esiste fin dal 1804 ed è il più antico di Cortina con sette generazioni di albergatori. Cortina d’Ampezzo è una località 


sciistica dell’Italia Settentrionale; fa parte del comprensorio sciistico Dolomiti Superski, che comprende il Passo di Falzarego, con ampie piste da sci. Quella che avvolge Cortina d’Ampezzo è una storia che si perde nella leggenda fra avvicendamenti di antichi romani e popolazioni barbare. Paese di allevatori, ebbe un sensibile sfruttamento grazie allo sfruttamento delle foreste e al commercio del legname. Per la sua posizione geografica 


di frontiera fu annessa prima alla Serenissima Repubblica di Venezia e, in seguito, per circa 400 anni, all’Impero Austro e poi Ungarico. Fu dalla metà del 1800, per l’incremento delle vie ferroviarie che portavano ricchi viaggiatori anglosassoni, tedeschi e russi, che essa si dotò di eleganti alberghi, strutture sportive e turistiche acquistando il prestigio che ha assunto attualmente. La definitiva consacrazione di Cortina d’Ampezzo come località sportiva di 


grande prestigio e meta privilegiata per le vacanze invernali, avviene in occasione delle Olimpiadi Invernali del 1956, quando i Giochi Olimpici furono trasmessi in diretta televisiva per la prima volta in Italia. Da quel momento Cortina è divenuta una destinazione d’eccellenza per svariati eventi sportivi internazionali, con oltre 25 edizioni della Coppa del Mondo di Sci Alpino Femminile, gli appuntamenti di sci nordico, la Coppa del Mondo di Freeride e manifestazioni 


sportive di outdoor. Recentemente è stato pubblicato il volume “Cortina 2021. Regina dello Sport” un’opera corale dalle firme prestigiose, scaturita dalla volontà di celebrare un momento importante nella storia dello sport, di Cortina e dell’Italia, attraverso un racconto fatto di amore per lo sci, per un territorio e per tutto quello che l’ha resa la Regina indiscussa delle Dolomiti.

                                           Giuseppina Serafino

Commenti

Post popolari in questo blog

Dolcissimo Natale

In bici a Colonia, lungo il Reno

“Il dio degli Incroci. Nessun luogo è senza genio”