Mete estive da sogno

Dopo il lungo periodo di restrizioni torna la voglia di viaggiare e di raggiungere luoghi da sempre ambiti. In Italia, dopo la montagna della scorsa estate ritorna il mare. Boscolo Tour ha individuato alcune destinazioni di particolare fascino come ad esempio in Puglia: le isole Tremiti, il litorale salentino con Santa Maria di Leuca e Gallipoli, i trulli di Alberobello, Lecce con la sua arte barocca o San Giovanni Rotondo con la sua aria spirituale. Si passa poi alla


Costiera Amalfitana che presenta l’incanto di un autentico paesaggio mediterraneo, con la Reggia di Caserta e il suo parco, poi Pompei, città sepolta dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d. C. diventata Patrimonio dell’Unesco nel 1997 e l’isola di Capri con i suoi celebri faraglioni; si passa inoltre ad Amalfi con le sue caratteristiche  abitazioni incastonate sulle rocce dei monti Lattari e le sue scalinate, per non dimenticare  Ravello in una posizione straordinaria sulla 


costiera. 
In Sicilia ci si perde nella suggestione della Valle dei Templi, da Agrigento fino a Palermo, segue Noto, capitale del barocco, a cui si aggiungono Modica e Catalgirone, capitale della ceramica siciliana. Le Isole Egadi incantano, soprattutto a Favignana e Levanzo, dove è possibile assaporare  una calda atmosfera, intrisa di storia. Fra le mete estere spicca la Spagna, partendo dall’Andalusia, con alcune tappe come Malaga, Siviglia con i Reales 

                 

Alcazeres, capolavoro di architettura, Cordova con l’incantevole Moschea di marmo, fino a Granada, la città del flamenco, dell’ Alhambra e del Palazzo Generalife con i suoi bellissimi giardini, dove si respira l’atmosfera da “Mille e una notte”.  Vi è poi il Portogallo, partendo dalla nostalgica Lisbona, adagiata su sette colline, per assaporare l’incantevole Obidos con le sue casette bianche 

ricoperte di bouganville. L’itinerario continua con la visita alla cittadina medioevale di Guimares e Coimbra, città che ospita una delle prime Università d’Europa;  il viaggio non può non comprendere Tomar, sede dei Templari; si deve contemplare  Evora, fino alla regione dell’Algarve e la città di Faro che dona spettacolari paesaggi sull’ Oceano Atlantico.


Altra meta molto  ambita risulta sempre la Francia, la Costa azzurra, con il fascino medioevale dei borghi della Provenza, fino alla selvaggia Camargue dei gitani. Altre tappe di grande impatto  emotivo, oltre Marsiglia, crocevia di culture differenti,  Aix-en- Provence, la roccaforte medioevale di Les Baux-de Provence.  Si prosegue inoltre per Les-Saintes- Maries-de-la Mer, 


pittoresco villaggio sul mare, da 
menzionare Aigues Mortes, un grazioso borgo medioevale, per concludere con Nimes, definita la “Roma francese”. Tanti  luoghi densi  di storia e di grande impatto ambientalistico che consentono di trascorrere vacanze pienamente appaganti avvalendosi  all’occorrenza di supporti specialistici qualificati a 360 gradi.

                                                           Giuseppina Serafino


Commenti

  1. Sto leggendo un libro ambientato in costa azzurra e il tuo post mi ha fatto venir voglia di farci un salto... i campi di lavanda in questo periodo devono esser uno spettacolo

    RispondiElimina
  2. Mi sembra che il titolo sia proprio esatto! Un bel tour fuori e dentro l'Italia. Io spero di poter tornare presto in Costiera, in ogni caso, buona estate!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

In bici a Colonia, lungo il Reno

Dolcissimo Natale

“Il dio degli Incroci. Nessun luogo è senza genio”