Il fascino delle Canarie


Sono molti coloro che cercano delle mete di vacanza  che restituiscono il sapore dell’estate con il suo calore e i meravigliosi colori. Le Canarie sono il luogo ideale per la molteplicità di paesaggi che offrono, così vicine all’Africa da respirarne le incantevoli essenze per un viaggio esotico, ma rassicurante perché del tutto in Europa culturalmente e politicamente. Sulle  sette isole dell’arcipelago che le contraddistinguono è possibile trovare una grande biodiversità e 

differenti caratteristiche abitative. Tenerife è contraddistinta dal Teide, montagna più alta di tutta la Spagna, con i suoi 3718 metri.  In questo luogo incantevole, Patrimonio Unesco, ci si trova immersi in un’atmosfera surreale per il terreno formato da strati di lava di erezioni successive e il cielo striato di un’infinità di nuvole. El Hierro è la più piccola delle Canarie con la più alta densità di vulcani dell’intero arcipelago. Las Palmas è una graziosa isola, 

soprannominata Isla Bonita e Isla Verde, vanta ha bellissimi percorsi escursionistici ed è la più attiva fra le Canarie vulcaniche. Un angolo di paradiso è Puerto de Morgan, edificato intorno ad una rete di canali e ponti arcuati, spicca per la case a due piani, con tetti piatti, dai toni del blu, verde e ocra, contornate di boungaville e piante rampicanti. Sempre a Gran Canaria troviamo Maspalomas celebre per le sue dune incontaminate, in una sorta di deserto in riva al mare, 

riconosciuto riserva naturale per preservare il delicato ecosistema. A Lanzarote,  situato in un cratere vulcanico, esiste un giardino pluripremiato, progettato dall’artista César Manrique, che si sviluppa in un cerchio di terrazze sormontato da un piccolo mulino a vento; è piacevole ammirare cactus di tutte le varietà e dimensioni, che sembrano delle strane creature pelose rannicchiate su una superficie lunare. All’interno del Parco Nazionale di Timanfaya si può 

assistere in prima persona all’attività vulcanica e, se non si resiste alla fame, è possibile rifocillarsi al ristorante El Diablo, con una bistecca cotta col calore che sale dalla terra. Cueva de los Verdes è un tunnel vulcanico percorribile grazie ad un’illuminazione adeguata che permette di scoprire pareti e stalattiti di lava solidificata, che assumono forme alquanto suggestive.Per rilassarsi, ritrovando l’ambiente vacanziero, non resta che recarsi a sud di 

Fuerteventura, alla Playa de Sotavento, un’enorme spiaggia lunga 28 km, molto apprezzata dai surfisti, in cui ci si incanta  con le dune che s’intravvedono in sottofondo. Quelli descritti sono solo alcuni  degli innumerevoli  aspetti che possono essere ritrovati alla Canarie per stupirsi di una meta niente affatto scontato, soprattutto fuori stagione (foto dell'Ente turistico).

                                                                         Giuseppina Serafino

Commenti

  1. Che meraviglia! Non ci sono mai stata né durante la stagione ner tanto meno fuori stagione. Me lo salvo nella speranza di ripartire presto. ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una meta che ha l'imbarazzo della scelta per quanto riguarda i luoghi in cui soggiornare.

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Dolcissimo Natale

In bici a Colonia, lungo il Reno

“Il dio degli Incroci. Nessun luogo è senza genio”