Post

Visualizzazione dei post da 2022

AVVISO AI NAVIGANTI

Immagine
Dopo 848 Post, 7 anni di visioni e suggestioni, viaggi tra realtà e fantasia  ma con lo sguardo sempre  rivolto a condividere le emozioni che scaturiscono dal piacere irrefrenabile di conoscenza, il Blog..etto di Giusy si ferma qui. E' stato un percorso, anche interiore,   nato per caso... impegnativo ma gratificante col desiderio e la volontà di perseguire traguardi che purtroppo la vita, a volte, interrompe prematuramente. Ho ritrovato alcune riflessioni che  rilette oggi risuonano come un presagio di dolce saluto.  Alfredo "Chi sono:      Tutto è nato per caso… dal piacere della scrittura e della bicicletta, dall’osservare il mondo dal finestrino del treno nei pochi viaggi che facevo per tornare al Sud, dalle lunghe camminate fra boschi e valli per  arrivare allo sperduto paesino meta della nostra unica vacanza annuale.  E poi  come in un sogno…  letterata di professione, giornalista e blogger, cicloturista, appassionata di trekking e di viaggi “fai da me”. Da qui il deside

Procida un piccolo grande sogno

Immagine
  Ricordo di aver visitato Procida nel corso di un bellissima settimana tra la Costiera Amalfitana e le isole Flegree, nella quale mi sono soffermata ad Ischia, il più antico insediamento greco in Italia, Sorrento, con i suoi scorci mozzafiato e i giardini di agrumeti e Ravello località a picco sul mare con splendidi riflessi argentei e profumatissimi limoni. Le suggestioni di Procida mi venivano dalle belle immagini del film “Il Postino” tratto dal romanzo di Pablo Neruda ed interpretato dal compianto Massimo Troisi ma soprattutto da quelle ispirate dal romanzo di Elsa Morante “L’isola di Arturo”, che  vi aveva soggiornato, e che in alcuni suoi versi definisce così:   ” La mia isola ha straducce solitarie chiuse fra muri antichi, oltre i quali si stendono frutteti e vigneti che sembrano giardini imperiali .” Rustica e misteriosa, Procida , è di straordinaria bellezza e dal clima mite, rappresenta il paesaggio tipico dei luoghi del mediterraneo, impregnato di antiche tradizioni e del

Echi d'infinito

Immagine
Spesso esistono vicino a noi luoghi di grande pace interiore in cui è possibile recuperare un profondo contatto con se stessi grazie all’atmosfera che li pervade. Anni fa mi è capitato di effettuare un trekking                in Toscana, ironia della sorte vinto                                                   ad una lotteria natalizia, per visitare i principali monasteri come quello di sant'Antimo nelle Crete Senesi. Sensazionale è stato sentirsi immersi in contesti ambientalistici d'autore,  rasserenati dalle note di canti gregoriani che ogni volta, come all’origine, sembrano voler rapire dalle eccessive contaminazioni, con il piacere di assaporare una voce sommessa ma intensa che guida il cuore verso paradisi terreni non facilmente circoscrivibili. Nell’entroterra della metropoli  meneghina ho ritrovato particolarmente significative e allo stesso modo appaganti, forse anche perché legate a ricordi di prime uscite domenicali, le belle scampagnate familiari alle abbazie di Ch